I molluschi spiegati ai bambini della scuola primaria - Cose per Crescere

I molluschi

I molluschi sono un gruppo molto numeroso di animali invertebrati. Il loro nome deriva dal latino “mollis” che significa molle perché il loro corpo è privo di colonna vertebrale. Tutti i molluschi hanno in comune alcune caratteristiche: un corpo muscoloso e, per alcuni di loro, una struttura rigida, la conchiglia. La maggior parte dei molluschi ha anche una testa.
La grande maggioranza dei molluschi vive in acqua, sia in mare sia in acqua dolce. I molluschi da terra sono quasi tutte lumache. Molti molluschi sono commestibili, come lumache, polpi, cozze, cozze, ostriche…

Molti molluschi secernono, con un organo del loro corpo, il mantello, un guscio calcareo chiamato conchiglia. Il guscio si espande gradualmente man mano che il corpo cresce. Osservandolo, si possono chiaramente vedere gli anelli di crescita.

I molluschi sono divisi in otto classi, di cui 3 più conosciute:

  • I cefalopodi che hanno tentacoli a ventosa attaccati alla testa, come polpo, calamari o seppie. Molti cefalopodi hanno un guscio interno come ad esempio l’osso di seppia, che è pieno di gas e li aiuta a compensare la loro massa, spesso di grandi dimensioni. Alcuni cefalopodi hanno, come altri molluschi, una conchiglia esterna: l’argonauta e il nautilus sono gli ultimi due cefalopodi primari. I cefalopodi sono per lo più capaci di mimetizzarsi cambiando colore.
  • I gasteropodi, così chiamati perché si muovono sulla pancia, hanno un solo guscio semplice come la patella (a forma di cappello cinese) o arrotolato a spirale come la lumaca. I gasteropodi hanno una particolarità: ci sono tante specie terrestri (come le lumache) che respirano attraverso un polmone mentre ci sono specie marine (come le patelle) che respirano attraverso le branchie.
  • I bivalvi (come cozze, ostriche, vongole) hanno una conchiglia con 2 valvole, che può essere aperta e chiuso. I bivalvi sono tutti acquatici.

La possibilità di sopravvivenza di questa specie animale non dipende dal suo guscio esterno in quanto non resistono ai becchi di alcuni uccelli come la gazza o alla stella marina che li apre con la forza. Molti molluschi si nascondono nella sabbia o in cavità rocciose. Ma alcuni uccelli marini hanno un becco abbastanza lungo da poterli sloggiare e divorare.
Tra le specie più antiche apparse sulla Terra, alcune sono scomparse nonostante i loro gusci, mentre altre, con corpi molto meno protetti, hanno continuato a svilupparsi. Ad esempio, molti animali marini muniti di gusci corrazzati sono stati ritrovati solo in forma fossile, poiché sono estinti da milioni di anni. Mentre il calamaro, un mollusco senza guscio, è sopravvissuto senza nessun cambiamento

La bellezza di molte conchiglie marine induce molte persone a raccoglierle. Ma ci sono molti altri usi, a volte inaspettati. Nel Mediterraneo, nell’antichità, il murex era ricercato vivo, perché conteneva una tintura viola, riservata ai tessuti di persone molto ricche. Fin dall’antichità l’uomo si è reso conto che rompendo la punta di una enorme lumaca marina, chiamata conchiglia, si potevano produrre suoni molto forti, inizialmente come segnale di attacco bellicoso, ma anche come strumento musicale, usato ancora oggi in Asia.

GD Star Rating
loading...
Autore : , 27/12/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA: *