Ricetta della pasta di sale

Ricetta pasta di sale

La ricetta della pasta di sale risale all’antichità, è facilissima da preparare, certamente economica e adatta anche ai bambini più piccoli perché fatta con ingredienti naturali che usiamo normalmente in cucina. Vediamo come prepararla, usarla nel modo corretto e adattarla all’età del bambino.

Come si fa la pasta di sale?

Ingredienti per la ricetta della pasta di sale

La pasta di sale si fa con tre semplici ingredienti. Molto importante è rispettare le dosi indicate:

  • 2 bicchieri (o tazze) di sale fino
  • 2 bicchieri (o tazze) di acqua tiepida
  • 4 bicchieri (o tazze) di farina

Preparazione dell’impasto della pasta di sale

In una ciotola capiente mescolare il sale con la farina. Aggiungere l’acqua versandola in una sola volta e impastare il composto fino a renderlo omogeneo. Possiamo anche farlo impastare dal robot da cucina (circa 5 minuti).
La pasta di sale che otterremo dovrà essere compatta e morbida ma senza appiccicarsi alle dita. Quindi… se è troppo friabile, o inizia ad avere l’aspetto di tanti piccoli granelli di sabbia, dovremo aggiungere un po’ d’acqua, poco alla volta, fino a ottenere un impasto morbido e facile da lavorare. Se, al contrario, la pasta di sale risulta troppo molle ed appiccicosa, aggiungiamo un po’ di farina e impastiamo. Attenzione, però, ad aggiungere sia la farina che l’acqua poco alla volta e continuando ad impastare.

Asciugatura della pasta di sale

La pasta di sale si può fare asciugare in due modi: lasciandola all’aria aperta o cuocendola in forno che è senza dubbio il metodo migliore. Se adottiamo la prima soluzione, lasciamo la pasta di sale all’aria aperta per tutto il tempo che sarà necessario, facendo molta attenzione che non ci sia umidità. Per il metodo della cottura in forno, invece, consiglio di lasciare prima asciugare la pasta di sale per circa 12 ore in un ambiente secco. Questo permette sia di ridurre il tempo di cottura che di evitare che l’oggetto che è stato fatto con amore cambi forma durante la cottura.
Accendere il forno tra 75°C e 110°C, a secondo della dimensione dell’oggetto: più è piccolo, più la temperatura deve essere vicina a 75°C e viceversa. Infornare la creazione in pasta di sale e lasciarla asciugare per circa 2 ore, controllando sempre. Appena sarà solida e dura, toglierla dal forno e lasciarla raffreddare.

Come fare la pasta di sale profumata?

Ebbene sì, la pasta di sale si può profumare per creare lavoretti che sanno di buono, un modo per stimolare l’olfatto dei nostri bambini divertendoci con loro a riconoscere le diverse essenze! Per profumare la pasta di sale, si possono usare diversi prodotti naturali come gli olii essenziali (aggiungerne qualche goccia all’impasto), fragranze come l’acqua di rose e spezie come la cannella in polvere, la paprica, il curry, l’anice o anche cacao, sempre da aggiungere all’impasto.

Come fare la pasta di sale con il Bimby?

La pasta di sale si può preparare anche con il Bimby, con il grande vantaggio di ottenere in poco tempo un impasto pronto all’uso senza sporcare troppo. Il procedimento della ricetta della pasta di sale cambia leggermente ma il risultato è altrettanto valido.

Ingredienti per fare la pasta di sale con il Bimby

  • 350 grammi di sale fino
  • 350 grammi di farina 00
  • 200 ml di acqua tiepida

Come fare l’impasto di pasta di sale con il Bimby

Mettere il sale nel Bimby e macinarlo finissimo per circa 20 secondi a velocità 8. Aggiungere la farina e l’acqua e impastare per 2 minuti usando la funzione “spiga”.  Questa funzione si avvicina ad un impasto manuale perché il motore funziona ad intermittenza ed aziona una lavorazione alternata in senso orario ed antiorario. Il risultato sarà un impasto omogeneo e facilmente modellabile.
A questo punto si può estrarre dal Bimby una pasta di sale di colore neutro. Se si vuole colorarla (vedi sotto) è importante ricordarsi che nel Bimby si possono usare solo coloranti alimentari. 

Come conservare la pasta di sale?

Il modo migliore per conservare la pasta di sale è avvolgerla in un canovaccio, riporre il canovaccio con la pasta di sale in un sacchetto di plastica per alimenti, chiuderlo e metterlo in frigorifero. Attenzione a tirare fuori la pasta di sale dal frigorifero circa mezz’ora prima di utilizzarla in modo che sia ben morbida e malleabile. Se ci dimentichiamo? Niente panico… si può immergere il sacchetto di plastica (ben chiuso) nell’acqua calda ma non bollente.

Quanto dura la pasta di sale

Conservandola in questo modo, la pasta di sale dura al massimo una settimana.

Come far durare i lavoretti in pasta di sale?

Il grande nemico degli oggetti realizzati in pasta di sale è l’umidità. Bisogna quindi prendere tutte le precauzioni necessarie a tenerla lontana dalle nostre creazioni che dobbiamo cercare di riporre in un ambiente secco. Possiamo anche verniciare i lavoretti con vernici trasparenti o acriliche in modo da impedire all’umidità di penetrarli.

Come colorare la pasta di sale?

Possiamo colorare la pasta di sale sia prima che dopo l’asciugatura. I metodi sono validi entrambi ma il risultato è leggermente diverso. Vediamo come in modo da scegliere quello più adatto all’età del bambino e a quello che vogliamo ottenere.

Quando colorare la pasta di sale

Colorare la pasta di sale prima dell’asciugatura

Se vogliamo colorare la pasta di sale prima che sia asciutta dobbiamo colorare l’impasto aggiungendo coloranti nella farina o nell’acqua (usiamo coloranti naturali o alimentari e atossici). Questo metodo è particolarmente adatto ai bimbi più piccoli per i quali (e con i quali) possiamo preparare più impasti di diversi colori da usare esattamente come le paste da modellare. I colori cambieranno leggermente durante l’asciugatura e tenderanno a diventare più chiari e più spenti, un po’ come se fossero consumati dal tempo. Il mio consiglio è di aggiungere (dipingere o disegnare) i particolari delle decorazioni quando il lavoretto sarà asciutto.

Colorare la pasta di sale dopo l’asciugatura

I lavoretti in pasta di sale possono essere facilmente colorati, quando saranno completamente asciutti, con acquerelli, tempere e colori acrilici.

Le alternative alla pasta di sale

Esistono diverse alternative alla pasta di sale, altre paste da modellare da preparare a casa e facili da fare. Le più gettonate sono la pasta di mais e la pasta di bicarbonato. Entrambe hanno ricette simili alla ricetta della pasta di sale ma si devono cuocere.

La pasta di mais

La pasta di mais assomiglia molto al Didò con la differenza che una volta asciutta diventa compatta e semi-trasparente. Ecco come prepararla:

Ingredienti per la pasta di mais

  • 2 tazze di maizena
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1 tazza di colla vinilica

Come fare la pasta di mais

Per preparare la pasta di mais bisogna versare tutti gli ingredienti in una pentola e lasciare cuocere a fuoco basso, mescolando, fino a ottenere un composto omogeneo. Lasciarlo intiepidire e lavorarlo con le mani.

La pasta di bicarbonato

La pasta di bicarbonato è del tutto atossica e naturale, un impasto bianco e facile da modellare che asciuga facilmente all’aria. Mentre si lavora, è più friabile della pasta di sale e deve quindi essere manipolata con più delicatezza. Bisogna farla cuocere solo se si vuole che il lavoretto sia particolarmente solido.

Ingredienti per la pasta di bicarbonato

  • 200 grammi di bicarbonato di sodio
  • 100 grammi di amido di mais
  • 150 ml di acqua

Come fare la pasta di bicarbonato

Per preparare la pasta di bicarbonato, versare gli ingredienti in una pentola e lasciare cuocere a fuoco basso, mescolando fino a ottenere un impasto morbido. Lasciare raffreddare dopo avere ricoperto la pentola con un canovaccio umido. Lavorare bene il composto con le mani fino a renderlo perfettamente omogeneo e malleabile.

Domande frequenti

Per quanto tempo la pasta di sale va cucinata in forno e a quanti gradi?

La temperatura deve essere tra 75°C e 110°C – Una temperatura più alta farà gonfiare la pasta di sale durante la cottura. Il tempo di cottura medio per gli oggetti piccoli (con uno spessore da 1 a 2 cm) è di circa 2 ore ma teniamo sempre presente che la soluzione migliore è curare la cottura, togliendo gli oggetti dal forno appena saranno duri.

 

Bisogna per forza fare asciugare gli oggetti fatti in pasta di sale nel forno con la cottura oppure posso semplicemente metterli sui termosifoni?

L’asciugatura si può anche fare all’aria aperta, sopra un termosifone o vicino ad un camino, è solo molto più lunga perché la pasta di sale deve essere completamente asciutta. All’aria aperta, con giornate calde, bisogna contare circa 3 giorni.

 

Per quanto tempo la pasta di sale può stare in frigo?

Circa una settimana.

 

Qual’è il modo migliore per conservare la pasta di sale?

Il modo migliore di conservare la pasta di sale è avvolgerla in uno strofinaccio, mettere lo strofinaccio con la pasta di sale in un sacchetto di plastica, chiuderlo e metterlo in frigorifero. In questo modo, si conserva al massimo per una settimana.