La fase due spiegata ai bambini della scuola primaria

Pronti, partenza… via alla fase due!

Dal 4 maggio l’Italia è in una fase diversa: dopo la fase uno in quarantena (isolamento forzato di persone, animali o cose), siamo nella fase due e stiamo imparando a convivere con il covid19.

Cosa significa?

Le cose stanno migliorando, il covid19 ha rallentato la sua diffusione ma è, ancora, necessario essere prudenti.

Cosa si deve fare nella fase 2?

  • Le scuole restano chiuse e per il momento non si possono incontrare gli amici.
  • Puoi passeggiare un po’ più lontano da casa, sempre a distanza di sicurezza con le persone.
  • I parchi e i giardini sono aperti ma restano chiuse le aree gioco come le altalene e gli scivoli.
  • Puoi correre all’aperto sempre mantenendo la distanza… dal 18 maggio sarà possibile praticare uno sport di squadra.

E i nonni?

  • Puoi incontrare i nonni con la mascherina. Mantieni la distanza evitando gli “assembramenti” cioè tante persone tutte insieme.
  • La mascherina è obbligatoria in tutti i luoghi chiusi, i bambini sotto i sei anni possono stare senza mascherina anche nei luoghi chiusi.
  • I bambini che abitano al mare o in montagna possono farsi un bagno e una passeggiata sui monti. Per tutti gli altri… ci vorrà tanta tanta pazienza.

Coronavirus: è un nome dato a sette virus che attaccano la respirazione. L’ultimo che è stato scoperto è quello che si è diffuso in questo momento, il Sars-cov-2 che provoca la malattia del covid19. Il covid19 è una sigla e il numero 19 indica l’anno in cui la malattia è stata scoperta per la prima volta nel dicembre del 2019, in Cina.

Stefania Fanucci 


per sapere

GD Star Rating
loading...
Autore : , 04/05/2020

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA: *