Il diritto all’istruzione

Il diritto all’istruzione dei bambini è garantito dalla Convenzione Internazionale dei diritti dell’Infanzia. Tutti i bambini del mondo hanno il diritto di andare a scuola e di ricevere un’istruzione. Ogni bambino ha anche il diritto d’imparare un mestiere. 
Educare, istruire i bambini è fondamentale perché indispensabile a garantire loro una vita migliore. 
In Italia, l’istruzione scolastica è obbligatoria dai 6 ai 16 anni.

Il diritto alla scuola elementare (o primaria) gratuita e obbligatoria
Gli Stati che hanno ratificato la Convenzione si sono impegnati a garantire e creare le condizioni perché tutti i bambini possano accedere alla scuola elementare in maniera gratuita e obbligatoria. L’articolo 28 della Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia stabilisce che ogni bambino ha il diritto di ricevere un’istruzione e che lo Stato ha, di conseguenza, un certo numero di obblighi perché questo diritto sia attuabile.

Ogni Stato ha l’obbligo di:


  • Rendere la scuola elementare obbligatoria e gratuita,
  • incoraggiare e promuovere l’organizzazione di diverse forme d’istruzione secondaria in modo da renderla accessibile a tutti i bambini,
  • assicurare ad ognuno l’accesso alla scuola superiore in funzione delle capacità individuali.

La disciplina scolastica, inoltre, deve rispettare i diritti e la dignità del bambino. Per assicurare il rispetto di questi diritti, gli Stati possono fare ricorso alla cooperazione internazionale.

Il diritto all’istruzione per lo sviluppo della personalità
Il diritto all’istruzione non deve limitarsi al solo apprendimento delle materie scolastiche fondamentali ma deve essere concepito in un senso più ampio.
L’articolo 29 della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia precisa che l’istruzione deve cercare di favorire:

  • Lo sviluppo della personalità del bambino,
  • Lo sviluppo delle sue qualità e delle sue attitudini mentali e fisiche.

L’istruzione deve prepapare ogni bambino alla vita adulta attiva in una società libera oltre ad incoraggiare il rispetto per i propri genitori, per la propria identità, per la propria lingua e per i propri valori culturali quanto per la cultura ed i valori altrui.
Ogni bambino ha il diritto d’istruirsi a seconda della propria cultura d’origine o di adozione e nella propria lingua.

Imparare per vivere meglio
Imparare le nozioni fondamentali come leggere, scrivere e contare permette a tutti i bambini di:

  • Proteggersi meglio dalle malattie,
  • Lottare contro povertà ed ingiustizia
  • Essere in grado, un giorno, di aiutare i propri figli ad istruirsi, progredire e migliorare.

Il bambino ha diritto ad essere protetto da ogni forma di lavoro suscettibile di essere dannosa alla propria salute, alla propria istruzione o al proprio sviluppo.

Tutti i bambini hanno il diritto di ricevere un’istruzione, inclusi i bambini disabili (articolo 23 della Convezione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia).

Tutte le nostre attività per capire i diritti dei bambini:
Schede da colorare per illustrare alcuni diritti fondamentali
Realizzare l’albero della mia famiglia

 

Il diritto all'istruzione, 8.1 out of 10 based on 8 ratings
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× uno = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>