Tutti i bambini hanno gli stessi diritti

Il 20 novembre è la giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Sono i diritti che riguardano ogni bambino o bambina e ogni ragazzo e ragazza da 0 a 18 anni.

Che cosa significa avere dei diritti?

Significa avere la possibilità di fare qualcosa. Ogni persona ha dei diritti che sono cose che è permesso essere, fare o avere.

Quali sono i diritti di ogni bambino che vanno tutelati?

Tra i diritti tutelati dalla Convenzione c’è il diritto alla vita, alla salute, al gioco, alla scuola e a giocare. I bambini hanno diritto al nome e alla nazionalità.
Per questo motivo è nata la convenzione per la tutela nel mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, cioè un accordo tra tutti i paesi del mondo, tranne gli Stati Uniti, che prevede il rispetto dei diritti dei bambini. In Italia questo accordo è diventato legge nel 1991.

Per stampare la versione impaginata, clicca qui:

Conosci la Convenzione sui diritti dei bambini? 

La Convenzione ONU (organizzazione delle Nazioni Unite) sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, accettata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è un documento molto importante perché riconosce che tutti i bambini del mondo hanno gli stessi diritti: principi fondamentali che però non sempre vengono rispettati. Analfabetismo, povertà, sfruttamento, guerra, cattiveria sono esempi di situazioni in cui questi diritti vengono calpestati. Esistono, però, tante iniziative di solidarietà e di aiuto in  favore dell’infanzia.


LE PAROLE DIFFICILI:
tutelati: difesi.
Convenzione: accordo. analfabetismo: non sanno né leggere né scrivere.
sfruttamento: usare i bambini per fare i soldi.


Stefania Fanucci

per sapere