Il 22 marzo festeggiamo l’acqua!

La giornata dell'acqua spiegata ai bambini

Il 22 marzo, come ogni anno dal 1992, si celebra la giornata mondiale dell’acqua istituita dall’Onu (Organizzazione delle Nazioni Unite cioè un’alleanza tra paesi per migliorare il nostro pianeta) per tutelare questa risorsa idrica e [ppw id=”125865722″ description=”marzo 2022″ price=”0″]garantire a tutti acqua potabile.
Questo obiettivo è insieme ad altri progetti nell’Agenda 2030.

Che cos’è l’Agenda 2030?

È un grande progetto elaborato dall’Onu  che riguarda obiettivi universali e validi per tutti per migliorare la vita del nostro pianeta e dei suoi abitanti. I progetti riguardano non solo l’acqua ma spaziano in molti settori: dall’economia all’ambiente, dai rapporti sociali alla collaborazione degli Stati. Si chiama Agenda 2030 perché entro l’anno 2030 devono essere raggiunti buoni risultati.

E l’acqua è un obiettivo .

Una persona per bere, cucinare, lavarsi, pulire la casa e i vestiti ha bisogno di circa 50 litri di acqua al giorno. Milioni di abitanti sulla Terra, però, non ne hanno a sufficienza e molti non sanno dove prenderla.

Perché l’acqua è sempre più scarsa?

Innanzitutto per il riscaldamento della Terra: alcune regioni sono aride da anni. Poi per la crescita della popolazione e, infine, in molti paesi per lo spreco.

Cosa puoi fare tu per non sprecare l’acqua?

Chiudi il rubinetto quando lavi i denti; innaffia le piante la sera perché l’acqua evapora meno rapidamente; fai la doccia e non il bagno consumerai tre quarti di acqua in meno; controlla i rubinetti, se gocciolano consumano acqua inutilmente.


LE PAROLE DIFFICILI:
istituita: organizzata.
potabile: che si può bere.
elaborato: studiato.
aride: secche.
evapora: passare dallo stato liquido a quello gassoso.

Stefania Fanucci

[/ppw]

per sapere

Illustrazione creata da freepik – it.freepik.com