Cambiare modo d’irrigare

Da qualche decennio, le ricerche nel campo dell’agronomia hanno consentito di creare nuove varietà di piante, meno bisognose d’acqua.

Inoltre, sempre più agricoltori irrigano i loro campi in base alla reale necessità delle piante, con l’aiuto di sonde che misurano l’acqua disponibile nel terreno e che segnalano i momenti in cui le piantagioni hanno effettivamente bisogno d’acqua.

I sistemi d’irrigazione goccia a goccia permettono, a loro volta, di erogare l’acqua al conta gocce a livello delle radici e di risparmiare, in questo modo, da 30 a 60 % d’acqua!

Pare che un ricercatore messicano abbia trovato il modo di recuperare l’acqua piovana e di solidificarla sotto forma di minuscoli semi. In alcune regioni aride quest’acqua solida permetterebbe alle colture di immagazzinare e conservare un tasso di umidità sufficiente per diversi mesi, senza bisogno di annaffiare!

Vedi anche>>>
Il consumo d’acqua per l’agricoltura
Tutto il dossier sull’acqua
Il Water foodprint

Cambiare modo d'irrigare, 10.0 out of 10 based on 1 rating

GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>