Quali sono i simboli delle festa del 2 giugno?

Il 2 giugno di ogni anno si celebra la festa della Repubblica, un’occasione per festeggiare la nascita della Repubblica Italiana, avvenuta il 2 giugno del 1946.

La Repubblica italiana ha dei simboli che sono:

  •  L’inno Nazionale cioè il canto degli italiani chiamato, anche, “Inno di Mameli” perché scritto da un giovane studente genovese Goffredo Mameli nel 1847 durante il Risorgimento e musicato dal maestro genovese Michele Novaro. È un inno che esorta al coraggio e alla resistenza e a essere sempre fedeli alla propria nazione.
  • Lo stendardo presidenziale (del presidente): è il segno della presenza del Capo dello Stato e segue il Presidente della Repubblica in tutti i suoi spostamenti.
  • L’emblema: un’immagine simbolica caratterizzata da tre elementi: la stella, la ruota dentata e i rami di ulivo e di quercia.
  • Il Milite Ignoto o Altere della Patria, monumento di Roma dedicato ai caduti della guerra mai riconosciuti.
  • La bandiera italiana, il nostro tricolore.

Per stampare il supplemento impaginato, clicca sull’immagine:

Come è nata la bandiera italiana?

Fu utilizzata per la prima volta come bandiera ufficiale di uno Stato in Emilia Romagna nel 1797. Il bianco e il rosso erano i colori dello stemma di Milano mentre il verde era il colore delle uniformi delle guardie dell’epoca. La bandiera, che conosci oggi, è nata come bandiera militare e venne usata in battaglia, per la prima volta, nel 1796 per  distinguere le truppe italiane all’interno dell’esercito di Napoleone (generale francese).

Da quando esistono le bandiere?

Le bandiere esistono da centinaia di anni. Fra le prime ci furono quelle sventolate in battaglia, perché i soldati potessero riconoscere alleati (amici) e nemici. Particolarmente diffuse in età medievale, si sono sviluppate come mezzi di comunicazione e come simboli di nazioni e gruppi. Ogni Stato ha una propria bandiera, e così molte organizzazione sociali e politiche.

Le prime bandiere

Molti eserciti antichi usavano le insegne simboli scolpiti sopra una pertica. Furono i romani a introdurre le bandiere di stoffa: i drappi pendevano da aste orizzontali legate a pali verticali, facilmente portabili stando a cavallo.

Parti della bandiera

In genere di stoffa con colori vivaci, la bandiera può avere forma quadrata o rettangolare. È divisa in 4 quarti (o cantoni): quelli accanto all’asta sono detti “testate”, quelli esterni sono “lembi”.

Usi delle bandiere

Le bandiere comunicano superando le differenze delle lingue. Il significato è uguale in qualsiasi lingua. Anche nello sport le bandiere inviano messaggi compresi da tutti.

Bandiere fatte in casa

La prima bandiera fu un pezzo di stoffa colorata legata ad un bastone… prova a fare la tua bandiera!


LE PAROLE DIFFICILI:
musicato: composta la musica.
esorta: incita.
stendardo: bandiera personale.
Presidente della Repubblica: capo dello Stato.
caduti: morti.
uniformi: divise.
pertica: bastone.
drappi: tende.

Stefania Fanucci


per sapere