Prima si studia, poi si gioca

Father and son playing football in park at sunny dayE’ come se i più importanti calciatori italiani come ad esempio, Francesco Totti, Alessandro Del Piero e Gianluigi Buffon arrivassero a scuola per insegnare matematica, geografia e scienze motorie (ginnastica). In Gran Bretagna capita davvero! Per  dieci settimane, la Premier League, che corrisponde alla serie A italiana, manda i suoi giocatori in centinaia di scuole in tutto il Regno Unito per aiutare gli alunni tra i 5 e i 13 anni a migliorare nella lettura e nella scrittura.
Se si impegnano a leggere, oppure si concentrano su qualche problema di matematica, ricevono in premio un’ora di gioco al pallone con i calciatori più famosi delle squadre inglesi!

Stefania Fanucci 


per sapere

E per scaricare gratuitamente il numero da stampare del Giornale di Cose per Crescere del mese di novembre 2016.