DISEGNI DI PAESAGGI DA COLORARE

montagna-invernoDisegni di paesaggi da stampare e colorare. Disegni per bambini di paesaggi di montagna, disegni di paesaggi di mare, disegni di paesaggi di campagna… tutti da colorare o da completare per giocare con i colori e scoprire il passaggio delle stagioni con tutte le sue sfumature. Un modo per imparare ad osservare la natura che ci circonda e cercare di riprodurne le sfumature e i colori.
Tutti i nostri disegni sono da stampare gratuitamente. Basta cliccare sull’immagine dove segnato e si aprirà una finestra in formato pdf, con il disegno pronto per essere scaricato o stampato direttamente.

GD Star Rating
loading...
Paesaggio di campagna con treno da colorare
Disegno di un lungo treno che passa in un bel paesaggio di...
Paesaggio di montagna in inverno da colorare
Disegno di un paesaggio di montagna in inverno, con grandi...
Lumache e fungo da colorare
Un disegno tipicamente autunnale, da stampare e colorare....
Disegno di una piccola isola
Una piccola isola esotica da stampare e colorare, deserta e...
Paesaggio invernale da colorare
Un bel paesaggio invernale da stampare e colorare per...
Disegno di fattoria
Una fattoria da stampare e colorare per i bambini che amano...
Faro da colorare
Disegno di un grande faro da stampare e colorare per tutti...
Disegno di un paesaggio di campagna
Paesaggio di campagna da stampare e colorare. I bambini...
Pecore in campagna da colorare
Disegno di un gruppo di pecore al pascolo in un bel...
Una baita di montagna da colorare
Disegno di un paesaggio invernale, con una bella baita in...
Funghi con lumaca da colorare
Disegno di un gruppetto di funghi con una lumaca, per...
Disegni di pupazzi di neve da colorare
Tanti pupazzi di neve da stampare e colorare per...

DISEGNI PER BAMBINI DI PAESAGGI NATURALI DA STAMPARE E COLORARE

Cos’è esattamente un paesaggio? Il termine deriva dalla commistione del francese paysage con l’italiano paese. Tradizionalmente, infatti, il suo significato si legava in particolar modo alla pittura e al realismo di certe vedute paesaggistiche. Quando parliamo di paesaggio, intendiamo generalmente la particolare fisionomia di un territorio determinata dalle sue caratteristiche fisiche, antropiche, biologiche ed etniche.
La nascita del paesaggio come genere autonomo risale alla seconda metà del Quattrocento, quando Leonardo da Vinci datò un disegno sul paesaggio dell’Arno nel 1478. A questo isolato esempio seguì nel 1494 la serie di acquerelli di Dürer legati alla rappresentazione del paesaggio alpino durante il suo primo viaggio dalla Germania all’Italia. Nelle opere di Piero della Francesca si riscontrano altri scorci ed inserti di paesaggio che fanno da sfondo per la rappresentazione della figura umana collocata in primo piano. Con la Vergine delle Rocce e la Gioconda di Leonardo da Vinci, entra nella scena figurativa oltre il paesaggio anche la resa atmosferica, l’aria che si interpone tra il primo piano e lo sfondo, grazie all’uso dello sfumato leornadesco. Nel 1508 Giorgione dipinge il quadro de La tempesta, ritenuto la prima rappresentazione di paesaggio per la presenza concomitante di natura, uomo, città e storia (rappresentata nel quadro dai resti archeologici). Ma, per assistere al debutto del paesaggio autonomo in pittura si dovette aspettare ancora qualche decennio. Il primo paesaggio noto come soggetto indipendente in pittura è il Paesaggio con un ponte di Albrecht Altdorfer, risalente al 1518 circa.