Le mascotte delle Olimpiadi di Tokyo 2020/21

Si chiamano Miraitowa e Someity le mascotte delle Olimpiadi di Tokyo 2020/21. Sono state scelte dai bambini delle scuole primarie giapponesi che le hanno votate tra dicembre 2017 e gennaio 2018. Vivono in un mondo digitale e hanno il potere di muoversi liberamente tra il mondo virtuale e quello reale cavalcando internet!

Sommario

Miratoiwa è la mascotte delle Olimpiadi

Il suo nome è l’unione delle due parole “futuro” (mirai) e “eternità” (towa). Il nome è stato scelto per ispirare un futuro pieno di “eterna speranza” nel cuore di tutti. 

Someity è la mascotte delle Paralimpiadi

Il suo nome nasce dalla parola “fiore di ciliegio” (someiyoshino), ma anche dal gioco di significato con l’inglese “so mighty”: “molto forte”. Someiyoshino è la varietà di ciliegi giapponesi più famosa, particolarmente in voga nell’epoca Meiji. La mascotte ha dei “sensori tattili” a forma di petali di ciliegio e rappresenta la grande forza fisica e mentale che dimostrano gli atleti paralimpici nel superare i limiti di ciò che è possibile.