Il canarino

CanarinoIl canarino è senza dubbio il più canterino tra tutti gli uccelli domestici. E’ un uccello da gabbia e non di compagnia (a differenza degli inseparabili) che vive di media tra 6 e 10 anni. Il canarino prende il nome dalle isole Canarie, luogo in cui fu scoperto e portato per la prima volta in Europa nel 1402. Nel corso dei secoli, accoppiamenti con uccelli indigeni e selezioni degli allevatori hanno generato tre tipi di canarini dalle caratteristiche diverse, con innumerevoli varietà di forme e colori.

  • Canarini di forma e posizione;
  • Canarini di colore;
  • Canarini di canto.

A differenza del maschio, la femmina del canarino non canta. Il maschio ha notevoli facoltà canore e, se allevato solo ha tendenza a cantare più forte per attirare l’attenzione delle femmine. Per quanto riguarda la coabitazione, il canarino può vivere sia solo sia in coppia. Più femmine possono dividere la stessa voliera ma nessun maschio accetterà di condividere la propria gabbia con un altro maschio.

La gabbia del canarino deve essere spaziosa in modo da dargli la possibilità di compiere qualche breve piccolo volo. I canarini hanno bisogno di dormire un certo numero di ore al buio. Se la stanza dove disporrete la gabbia non può garantire l’oscurità, potrete coprire la gabbia con un panno durante la notte. Oltre ai recipienti per il cibo e per l’acqua, la gabbia dovrà essere dotata di posatoi (da tenere sempre puliti) e di una vaschetta per il bagno. I canarini infatti, adorano fare il bagno che aiuta a mantenere in salute penne, pelle e zampette. L’acqua del bagno deve essere cambiata quotidianamente.

L’alimentazione del canarino
L’alimentazione è l’aspetto più importante dell’allevamento dei canarini. A base di semi e pastone (da modificare a seconda dei vari periodi dell’anno) deve essere integrata con frutta e verdura, che possono essere date tutti i giorni, ma in piccola quantità e mai fredde da frigorifero. I più graditi sono la mela, il radicchio rosso e quello verde, la cicoria e il tarassaco. Anche il calcio (sotto forma di osso di seppia o guscio di uova di gallina) è indispensabile.
Durante alcuni periodi dell’anno come quelli della cova, della muta, dell’apprendimento del canto o della riproduzione, l’alimentazione del canarino dovrà essere arricchita o modificata. Durante il periodo di muta, ad esempio, l’alimentazione deve essere ricca di alimenti freschi mentre nel periodo riproduttivo non devono mancare miscugli di sementi, pastoncino all’uovo, frutta e verdura fresca e complessi vitaminici (come il calcio) da aggiungere all’acqua da bere.

 

Il canarino, 9.0 out of 10 based on 1 rating
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ quattro = 9

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>