Come riconoscere i pidocchi?

Sapere se vostro figlio è affetto da pediculosi può essere un vero rompicapo, se l’infestazione non è estesa! Chi di noi non sente uno strano prurito in testa al solo pensiero del pidocchio? Bisogna anche considerare che questi animaletti sono veloci e possono ingannare l’occhio più attento.

Si pensa, a torto, che i pidocchi provochino obbligatoriamente del prurito, mentre in realtà è solo la conseguenza di una reazione allergica alla saliva che il pidocchio inietta nella nostra pelle, quando si nutre.

Le lendini, però, non passano inosservate e formano una specie di minuscola pallina attaccata ai capelli, che non cade quando li scuotiamo.

E’ quindi necessario ispezionare periodicamente le teste dei nostri bimbi. Un bambino che ha delle lendini può avere dei pidocchi anche se non è sistematico.

La soluzione più efficace è passare nei capelli bagnati un pettine estremamente sottile, dai denti fittissimi (il pettine antipidocchi). Nel dubbio è possibile lavare i capelli con uno shampoo antipidocchi, da usare con moderazione perché molto aggressivo per il cuoio capelluto (può provocare prurito).

Dove cercare i pidocchi?

  • Vicino al cuoio capelluto,
  • Dietro alle orecchie,
  • Sulla nuca,
  • Nella parte superiore della testa.

I trattamenti >>>

Come riconoscere i pidocchi?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + uno =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>