Mancino e destrorso così era Leonardo

Leonardo da Vinci nacque mancino ma, come si usava un tempo, venne corretto, rieducato all’uso della destra fin da ragazzino. Non perse, mai, però la capacità di scrivere e disegnare anche con la mano sinistra. Divenne, quindi, ambidestro e alcuni suoi disegni ne sono la prova.
C’è un disegno di Leonardo, datato 5 agosto 1473 e conosciuto come 8P, che è stato studiato e analizzato dagli esperti a Firenze e riporta disegni anche sul retro dell’opera e due scritte calligrafiche (scrivere in maniera elegante). Secondo gli esperti entrambe le scritte sono state vergate da Leonardo ma mentre per una, tracciata con la celebre scrittura a specchio, cioè alla rovescia da destra verso sinistra, l’artista usò la mano mancina, per l’altra usò la destra, scrivendo in modo tradizionale.
Il paesaggio 8P è al centro di una mostra allestita a Vinci, paese dove nacque l’artista, in occasione del cinquecentenario (500 anni) della sua morte. Leonardo morì ad Amboise, in Francia, il 2 maggio 1519.

COSA RAPPRESENTA IL DISEGNO 8P?
Il disegno 8P di Leonardo da Vinci nasconde molto più di quel che mostra: sulla fronte si vede un paesaggio, sul retro (dietro) ci sono due paesaggi sovrapposti. Un paesaggio fluviale (con i fiumi) con al centro un corso d’acqua e una formazione di rocce frastagliate. Sotto il paesaggio fluviale sono incisi un fiore e un cavallo.

CHI ERA LEONARDO DA VINCI?
E’ stato un inventore, un artista e uno scienziato italiano. Vissuto nel 1500…
Se vuoi approfondire Leonardo da Vinci leggi il supplemento del Giornale di Cose per Crescere!
Buona lettura!


LE PAROLE DIFFICILI
mancino: chi usa la mano sinistra meglio della destra.
rieducato: riportare alla normalità una parte del corpo.
ambidestro: chi sa usare bene sia la mano destra che la sinistra.
vergate: scritte a mano.


Stefania Fanucci 


per sapere