Trent’anni fa cadeva il muro di Berlino

Il 9 novembre di trent’anni fa cadeva il muro di Berlino (Germania), un muro che per tanti anni ha diviso in due la città tedesca e il mondo.

Un passo indietro

Alla fine della seconda guerra mondiale (1945), Berlino venne divisa in due blocchi: i regimi comunisti (tutte le cose appartengono a tutti) a est (parte orientale) e i paesi democratici (uguali diritti a tutti i cittadini) a ovest (parte occidentale). Il risultato fu che, non solo la città di Berlino, ma anche l’Europa venne tagliata in due e per ventotto anni fu spezzata.

Come era il muro?

Il muro era in cemento armato, lungo 40 km e alto 3 metri, dipinto di bianco perché evidenziava meglio chi voleva scavalcarlo. Lungo il muro c’erano tante guardie e molti uomini della polizia armati, chiamati Vopos.

Perché venne costruito?

Il muro fu costruito per evitare che i cittadini dell’est andassero verso ovest dove le condizioni di vita erano migliori. Con il passare degli anni, infatti, le condizioni di vita degli abitanti dell’est peggiorarono mentre la zona ovest veniva rapidamente ricostruita e si creava lavoro.
Nel 1989 il governo democratico in difficoltà, con una legge, permise di spostarsi senza restrizioni da una Germania all’altra: gli abitanti della zona est di Berlino si riversarono per le strade e si diressero verso gli accessi che fino a quel momento erano stati sorvegliati. Gli agenti di polizia lasciarono passare le persone: dopo tanti anni di separazione, la Germania si preparava a riunificarsi.


LE PAROLE DIFFICILI
cemento armato: polvere grigia usata per fare i muri impastata con acqua e altri materiali, armato perché rinforzato internamente con barre di acciaio.
restrizioni: divieti.
riversarono: andarono in gran fretta.
accessi: uscite.


Stefania Fanucci 


per sapere