L’Italia si divide in tre zone per fermare il virus

Il governo con un altro decreto (legge) ha stabilito di dividere l’Italia in zone rosse, arancioni e gialle, in base alla diffusione del virus sui territori. Nessuna zona verde, perché l’Italia deve fronteggiare l’emergenza Covid anche nelle aree meno colpite.
Nelle regioni rosse (Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d’Aosta e Alto Adige) sono vietati tutti gli spostamenti tranne per andare a lavorare, per fare i controlli dal medico e per accompagnare i bambini a scuola. Vanno a scuola i bambini fino alla prima media, per tutti gli altri studenti la scuola è

per sapere