Inizia la scuola! Ecco come - Cose Per Crescere

Inizia la scuola! Ecco come

Ci siamo… il 14 settembre la scuola ricomincia in quasi tutta Italia. Dopo tutte le domande che ci siamo posti e le incertezze di questo ultimo periodo, il Ministero dell’Istruzione ha emanato il protocollo sicurezza che garantisce l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione del Covid-19.

Entrata e uscita da scuola

Ogni scuola deve indicare con opportuna segnaletica un percorso per l’entrata e un percorso per l’uscita da scuola, in modo da evitare assembramenti. Si potrà, sempre per sicurezza, optare per ingressi e uscite a orari scaglionati anche utilizzando accessi alternativi.

Inserimento

Per quanto riguarda l’inserimento dei bambini della scuola dell’infanzia, dovrà avvenire in spazi esterni, mantenendo tutte le regole di distanziamento tra gli adulti (con uso della mascherina). Se si svolge in un ambiente chiuso, oltre all’attuazione di una profonda pulizia, deve essere garantita un’aerazione frequente e adeguata alle dimensioni dei locali. Il bambino potrà essere accompagnato da una sola persona adulta (genitore o persona maggiorenne delegata dai genitori).

Mascherina a scuola

L’uso della mascherina sarà obbligatorio quando non si può garantire il metro di distanza tra gli alunni. In pratica, la mascherina può non essere indossata quando si è seduti al banco, se si è a distanza di sicurezza. Eccezione fatta per i bambini minori di 6 anni e per gli alunni disabili che non sono in grado di utilizzarla.
Si raccomanda l’uso della mascherina chirurgica usa e getta e non quelle riutilizzabili. Sarà la scuola a distribuire le mascherine agli alunni gratuitamente.

Misurazione della temperatura

Si chiede invece ai genitori di misurare la temperatura a casa. Un alunno con temperatura superiore a 37,5 ° o con sintomi simil-influenzali deve obbligatoriamente rimanere a casa.

La mensa

Il servizio di mensa rimane dove previsto, adeguandosi a tutte le misure di sicurezza. Se non fosse possibile consumare il pasto seguendo le linee guida (perché non si può mantenere la giusta distanza tra i bambini o perché il refettorio è adibito a uso educativo), può essere consumato in classe previa debita aerazione e sanificazione.
In mensa non si possono usare piatti e posate lavabili. Saranno servite monoporzioni con accessori usa e getta.

Cosa succede se un alunno ha i sintomi del Covid?

La scuola è tenuta a isolare immediatamente l’alunno in un’area apposita, con la presenza di un adulto (adeguatamente protetto). Dovrà quindi avvisare immediatamente i genitori che devono portare a casa il figlio e contattare il proprio medico. Se l’alunno è diagnosticato positivo, parte la procedura di tracciamento dei contatti stretti con alta possibilità di quarantena per compagni di classe e insegnanti. Per il rientro a scuola, bisognerà aspettare la guarigione con conferma tramite due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro.
Nasce la figura del referente scolastico Covid-19 incaricato di fornire al Dipartimento di prevenzione della Asl l’elenco dei compagni di classe, degli insegnanti e di chi è stato a stretto contatto nelle 48 precedenti.

Sono sconsigliati i giochi di squadra e di gruppo, il canto durante le ore di musica e anche di urlare… questo perché cantando e urlando, lo spargimento di goccioline aumenta. E se infette, contagiano più facilmente.

GD Star Rating
loading...
Autore : , 08/09/2020

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA: *