ANIMALI ORIGAMI

L’apice dell’arte degli origami si ha nel periodo Edo, attorno al XVIII secolo durante il quale venne perfezionato uno degli origami più famosi: la gru; ed è in questo periodo, e precisamente nel 1797 che Sembazuru Orikata pubblica uno dei libri più famosi su questa arte, Piegatura delle mille gru. Le gru sono un simbolo di immortalità, tanto importante tanto da avere una sua leggenda: chiunque pieghi mille gru vedrà i desideri del proprio cuore esauditi: Scriverò pace sulle tue ali, intorno al mondo volerai, perché i bambini non muoiano più così.
Oltre alla gru, anche la rana è uno degli origami più simbolici che viene infatti usato da chi vuole augurare buona sorte a coloro che stanno per intraprendere un lungo viaggio. Le farfalle invece, vengono usate durante le cerimonie nuziali,  attaccate alle coppe di sakè con le quali gli sposi brindano alla felicità della loro unione. Anche in altre parti del mondo l’arte degli origami è molto sentita, per esempio in Vietnam, durante la festa del capodanno, vengono appesi dei pesci di carta agli alberi