L’otite

Enfant - Examen ORLL’otite è un’infezione a carico dell’orecchio, frequente nei bambini piccoli. I bimbi più piccoli, infatti, sono maggiormente a rischio perché hanno tube di Eustachio non ancora completamente sviluppate e che quando si ostruiscono, non riescono a drenare l’orecchio medio in modo sufficiente. Si distinguono due forme d’otite: l’otite media e l’otite esterna.

L’otite media è un’infiammazione e un’infezione dell’orecchio medio, vale a dire della parte situata subito dietro il timpano. L’otite media è causata da batteri o virus. I germi penetrati all’interno dell’orecchio medio producono secrezioni e pus che, perché non drenati, premono sulla membrana del timpano causando dolore. Con il passare degli anni, le tube di Eustachio si modificano e rendono il bambino meno soggetto all’otite media. L’otite media può interessare le due orecchie o uno solo.

L’otite esterna è un’infezione del condotto uditivo esterno. L’otite esterna può essere causata da diversi batteri o funghi. L’otite esterna si può verificare nei bambini che trascorrono molto tempo in acqua perché la troppa umidità all’interno dell’orecchio può lacerare la pelle che riveste il condotto, permettendo l’accesso a batteri o funghi.

COME SI TRASMETTE
L’otite non è contagiosa

SINTOMI
Il bambino:

  • ha male a un orecchio o a entrambe;
  • si tocca l’orecchio;
  • ha un po’ di febbre;
  • sente male;
  • mangia poco;
  • ha secrezioni nell’orecchio;
  • è irritabile, piange più del solito e non dorme bene.

QUANTO DURA
Se non ci sono complicanze, un’otite media dura da 2 a 3 giorni.

COME SI CURA
La diagnosi è fatta dal medico attraverso un otoscopio (uno strumento che permette di veder ‘interno dell’orecchio). L’otite media si presenta sotto diverse forme. Il fluido può rimanere nell’orecchio medio per un lungo periodo o solo in modo temporaneo (otite sierosa o otite secretiva) A seconda del tipo di otite esistono diverse terapie, non tutte a base di antibiotici.

COMPLICANZE
Se mal curata o non curata, l’otite può diventare cronica vale a dire che le secrezioni rimangono nell’orecchio con episodi frequenti di otiti e con il passare del tempo, un rischio di diminuzione dell’udito.

COME PREVENIRE LE OTITI

  • Se possibile, allattate il neonato almeno per i primi 6 mesi di vita. I bambini nutriti con latte materno sono meno soggetti alle otiti;
  • Non lasciate che il bambino dorma con un biberon nella culla o nel lettino. Del liquido fuoriuscito dal biberon potrebbe penetrare nel suo orecchio e infettarlo;
  • Lavate sia le mani del bambino sia le vostre con frequenza in modo da dimnuire il rischio d’infezioni;
  • Se il bambino è raffreddato, pulitegli frequentemente il nasino;
  • Non esponete il bambino al fumo passivo.

Importante: le informazioni pubblicate in questo articolo, non sostituiscono in nessun modo il parere e la prescrizione del medico.

Importante: le informazioni pubblicate in questo articolo, non sostituiscono in nessun modo il parere e la prescrizione del medico. – See more at: http://www.cosepercrescere.it/morbillo/#sthash.5fjXWMM9.dpuf
L'otite, 10.0 out of 10 based on 1 rating
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 4

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>