L’invenzione di Pulcinella

In questa divertente poesia di Carnevale, Gianni Rodari ci racconta l’ultima invenzione di Pulcinella. Cosa avrà combinato?

Signori e signori, fatevi avanti

più gente entra, più siete in tanti!

Correte a vedere la grande attrazione,

la formidabile invenzione.

Non sono venuto su questo mercato

per vendere il fumo affumicato.

Non sono venuto a questa fiera

per vendere i buchi del gruviera.

Il mio nome è Pulcinella

ed ho inventato la moz – za – rel – la!


Da questa parte, signori e signore

son Pulcinella il grande inventore!

Per consolare i poveretti

ho inventato gli spaghetti.

Per rallegrare a tutti la vita

creai la pizza Margherita!

Olio, farina, pomodoro

nulla vale questo tesoro.


Ad ascoltarlo corre la gente,

si diverte… e non compra niente.

GD Star Rating
loading...
Autore :

POESIA DA STAMPARE

Cliccare sull’immagine per stamparla:

invenzione

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>