La forza delle maree

Una centrale mareomotrice è una centrale elettrica che ricava l’energia dalla potenza e dalla forza cinetica delle maree. In alcune zone del mondo, infatti, l’innalzamento e l’abbassamento del livello del mare, provocato dalle maree, può raggiungere fino a 20 metri d’ampiezza!

La prima centrale mareomotrice è stata costruita in Francia, a Saint Malo nel 1966, sulla foce di un grande fiume (il Rance), dove il flusso delle maree è molto forte.
Nel caso della centrale di Saint Malo, l’elettricità generata è sufficiente a coprire il consumo di 300.000 abitazioni!

COME FUNZIONA?
L’acqua affluisce e defluisce in un grande bacino, passando attraverso una serie di condotte dove, acquistando velocità, fa girare delle turbine collegate a generatori. Durante la bassa marea l’acqua del bacino defluisce verso il mare aperto, mettendo nuovamente in rotazione la turbina. Quando il livello del mare ricomincia a salire e l’onda di marea è sufficientemente alta, si fa fluire l’acqua del mare nel bacino e la turbina si mette nuovamente in rotazione ma nell’altro senso. Si utilizzano particolari turbine reversibili, che funzionano cioè con entrambe le direzioni del flusso.

Vedi anche>>>
Mari e oceani
Tutto il dossier sull’acqua
L’energia idrica

 

 

La forza delle maree, 10.0 out of 10 based on 1 rating
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>