La Befana

di Giovanni Pascoli

Viene viene la Befana

vien dai monti a notte fonda.


Com’è stanca!
La circonda 
neve, gelo e tramontana.


Viene viene la Befana

e la neve è il suo mantello.


Ha le mani al petto in croce

ed il gelo è il suo pennello

ed è il vento la sua voce.


Ha le mani al petto in croce.


E s’accosta piano piano

alla villa, al casolare,
a guardare,
ad ascoltare,
or più spesso, or più lontano.


Piano, piano, piano, piano…

GD Star Rating
loading...
Autore :

POESIA DA STAMPARE

Cliccare sull’immagine per stampare la poesia:

befana Pascoli

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei + = 11

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>