Il pentathlon moderno

Il pentathlon moderno è stato inventato dal fondatore dei Giochi olimpici, il barone Pierre de Coubertin, ed è l’unica competizione creata appositamente per le Olimpiadi. Essa consiste in una competizione divisa in cinque discipline sportive diverse:

UN PO’ DI STORIA…
Il barone de Coubertin pensò ad una competizione simile all’esperienza e alla preparazione di un soldato dell’epoca che si fosse trovato dietro alle linee nemiche. Avrebbe infatti dovuto cavalcare un cavallo non suo, combattere con pistola e spada, correre e nuotare. Questo sport multidisciplinare fu introdotto nelle Olimpiadi del 1912 esclusivamente per gli uomini. Le prove femminili sono state ammesse nel 2000, nell’edizione di Sydney.

LE DISCIPLINE
Prova combinata: questa prova si esegue alternando una serie di tiro in cui si devono colpire cinque bersagli ad una corsa di 1000 metri, da eseguire per tre volte, per un totale di 3000 metri di corsa e quindici bersagli.

Scherma: gli atleti si affrontano con la spada ed ogni giocatore deve competere con tutti gli avversari. Ogni assalto dura un minuto ed il vincitore è l’atleta che per primo mette a fondo una stoccata.

Nuoto: la gara di nuoto si svolge a stile libero, su 200 metri. In realtà, gli atleti scelgono sistematicamente lo stile crawl per la sua velocità.
Equitazione: la prova è una gara ad ostacoli su un tracciato di 350-450 metri. I salti da effettuare sono 15, di cui 12 ostacoli, una gabbia e una doppia gabbia. Il cavallo viene abbinato al cavaliere per sorteggio.

Vedi anche>>>
Tutti gli sport olimpici
Tutti i disegni da colorare sulle Olimpiadi

Il pentathlon moderno, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ due = 6

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>