Il Diamante di Gould

Diamante di gouldr bambiniIl Diamante di Gould è un uccello rinomato per la sua bellezza ed è di gran lunga il più variopinto di tutti i Passeriformi. Il Diamante di Gould misura circa 15 cm (circa come un passerotto) ed ha un piumaggio dai colori vivaci che ne fanno un autentico gioiello vivente. Questa specie di volatili è stata scoperta in Australia nel corso di una spedizione dall’ornitologo John Gould, intorno al 1830. Allo stato selvatico, il Gould presenta un ventre giallo, il petto viola con dorso e ali di un verde brillante. La maschera può essere nera (la più diffusa), rossa, arancione o gialla (più rare).

L’allevamento del Diamante Gould e le relative mutazioni hanno generato più varianti del colore del piumaggio di questo bellissimo volatile. Sono comparsi petti bianchi o lilla, ali bianche, gialle e blu oltre a teste rosse e arancioni.

I maschi presentano una varietà di colori molto più vivaci rispetto alle femmine che hanno un vestito dai colori nettamente più tenui con un becco color crema.

Il Diamante di Gould può essere allevato in cattività sia in coppia sia in gruppo in spaziose voliere. Per i primi sei mesi di vita, i piccoli hanno un piumaggio dai colori tenui tendente al grigio. Trascorso questo periodo si rivestono dei loro colori definitivi.
Gli esemplari in cattività si riproducono da metà settembre ai primi giorni di ottobre.

Il Diamante di Gould non è un uccello particolarmente canterino, anche se i maschi hanno in genere un canto dolce e melodico.

Alimentazione del Diamante di Gould
L’alimentazione in cattività del Diamante di Gould è costituita da una miscela di semi per uccelli esotici da integrare con un osso di seppia, una spiga di panìco di cui sono particolarmente ghiotti e da pastone per uccelli esotici.

GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ tre = 8

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>