I sapori

IMPARARE I SAPORI
Impregnati di saliva, i sapori si concentrano e attivano le papille gustative. I recettori chimici delle papille analizzano i sapori e trasmettono queste informazioni al cervello.
Quando mangiamo, il cervello memorizza le informazioni legate ai sapori e agli alimenti, in funzione della nostra esperienza, con tutte le nostre reazioni e sensazioni: piacere e disgusto. Il gusto si affina con l’abitudine e l’esperienza e deve quindi essere sollecitato e stimolato.

I SAPORI SONO DIFFICILI DA APPREZZARE!
Fino a poco tempo fa, esistevano solo 4 sapori: il dolce, il salato, l’amaro e l’acido. La scoperta del glutammato, inclassificabile in una delle 4 categorie di sapori principali ha aperto la porta al riconoscimento di altri sapori come il metallico o l’astringente. In realtà, le ricerche sul tema sono difficili da intraprendere nella misura in cui sapori e gusti sono legati all’esperienza gustativa di ognuno di noi e all’apprezzamento o l’interpretazione che ne fa il nostro cervello.

LA CARTOGRAFIA DI D. HANIG (UNA CARTOGRAFIA PER SENSIBILIZZARE I BAMBINI AI DIVERSI SAPORI)
Nella sua cartografia, D. Hanig indicava zone specializzate che permettevano di identificare i 4 sapori principali:

  • Il dolce e il salato sono percepiti dalla punta della lingua.
  • L’amaro è percepito dalla parte posteriore della lingua.
  • L’acido è percepito dalle parti laterali della lingua.

Questa cartografia non è assolutamente sufficiente per capire il funzionamento della lingua nel riconoscimento dei sapori. Tuttavia, un gioco o un’attività sul tema possono permettere di sensibilizzare i bambini a percepire ed individuare i diversi sapori.

Secondo D. Hanig, ad ogni sapore corrisponde una zona “più sensibile” della lingua, come mostrato dal disegno. Gli studi attuali hanno dimostrato che:

  • Questa classificazione è insufficiente per capire il ruolo svolto dalla lingua nella percezione dei sapori.
  • La ripartizione delle zone non è definita in maniera così netta.
  • Esiste una diversità di sapori che non si limita più ai 4 sapori principali.


I sapori, 10.0 out of 10 based on 1 rating
GD Star Rating
loading...
Autore :

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>