Divisione dei poteri nella costituzione italiana

Il potere legislativo è assegnato alle due Camere: la Camera dei Deputati (630 deputati) e il Senato della Repubblica (315 senatori) che formano il Parlamento italiano. entrambe le Camere sono elettive a suffragio universale, hanno identità di attribuzione legislativa e di controllo politico.

Il potere esecutivo è compito del Governo, costituito dal Presidente del Consiglio e dai Ministri, nominati dal Presidente della Repubblica; l’organo collegiale del governo è costituito dal consiglio dei Ministri. Il governo deve ottenere la fiducia di entrambe le Camere e può essere sfiduciato.

Il Capo dello Stato è eletto dal Parlamento e rappresenta l’unità nazionale; nomina il Presidente del Consiglio e i Ministri, scioglie le Camere e promulga le leggi. Rimane in carica per sette anni.

Il potere giudiziario è esercitato dalla Magistratura che è autonoma e indipendente da ogni altro potere. E’ governata dal Consiglio Superiore, composto da giudici per un terzo eletti dal Parlamento, per due terzi da Magistrati e presieduto da Presidente della repubblica.

Vedi anche>>>
La Costituzione italiana
Che cos’è una costituzione?

Divisione dei poteri nella costituzione italiana, 8.7 out of 10 based on 7 ratings
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.7/10 (7 votes cast)
Autore :

Tags: , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× sei = 36

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>