Cucinare senza glutine

cucinare-no-glutineIl glutine è un insieme di proteine (le gliadine e le glutenine) contenute in molti cereali come frumento, farro, orzo, avena, segale, monococco, kamut, spelta e triticale.

E’ ovvio che in una dieta senza glutine bisogna anche eliminare tutti i prodotti derivati da questi cereali come pasta, pizza, moltissimi biscotti, couscous e molti altri. E’ quindi fondamentale imparare a leggere le etichette dei prodotti che si acquistano, eliminando anche quelli che indicano “tracce” di uno di questi cereali.

Fortunatamente, esistono molti cereali che non contengono glutine e di cui si potranno usare anche i derivati come farine, pasta, biscotti, crackers… di:

  • Riso
  • Mais (granoturco)
  • Miglio
  • Grano saraceno
  • Quinoa
  • Sorgo
  • Amaranto
  • Teff

 

Se non miscelati con i cereali da evitare (e quindi contaminati) si possono consumare tutti i tipi di carne, pesce molluschi e crostacei, le uova ed il prosciutto crudo (no agli insaccati). La stessa regola vale per tutti i latticini, la frutta, la verdura, i legumi, le bevande e altri alimenti.

Oggi, il mercato offre una grande quantità di prodotti senza glutine (gluten free) notificati presso il Ministero della Salute e studiati per rispondere alle esigenze nutrizionali delle persone affette da celiachia o da intolleranza al glutine. I prodotti certificati “senza glutine” sono marchiati con il simbolo della spiga barrata e portano la scritta “senza glutine” sulla confezione.

QUALCHE CONSIGLIO…

  • Prima d’iniziare a cucinare senza glutine, lavatevi sempre bene le mani, lavate il piano di lavoro e gli attrezzi che utilizzerete (anche nella lavastoviglie) per evitare contaminazioni.
  • Non utilizzate lo stesso attrezzo o la stessa pentola per gli alimenti con e senza glutine. Lo stesso vale per l’acqua della pasta.
  • Quando cucinate un piatto, assicuratevi che ogni singolo ingrediente sia tra quelli permessi.
  • Le farine senza glutine hanno caratteristiche leggermente diverse rispetto a quelle più usate. Rispettate quindi sempre le proporzioni indicate nelle ricette senza glutine.
  • Se non siete sicuri degli ingredienti (senza glutine) non utilizzate piatti già pronti. Ci sono tanti piatti semplici e fatti in casa, perfettamente adatti come carne, pesce, uova, latte, verdura, legumi, frutta, formaggi e cereali come riso, miglio, grano saraceno o mais.
  • Anche la tovaglia in tavola non deve avere residui di glutine (come briciole di pane).
  • Nel frigo e negli armadietti riponete sempre i cibi senza glutine su ripiani puliti e piú in alto, ben chiusi nelle proprie confezioni o in contenitori contrassegnati.

Mangiare senza glutine non significa rinunciare ai sapori! Esistono tante ricette gustose, facili da preparare e adatte sia a che soffre di celiachia sia a chi può mangiare di tutto.

Vedi anche>>>
Ricette senza glutine
La celiachia
L’intolleranza al glutine
L’allergia al frumento

Cucinare senza glutine, 10.0 out of 10 based on 1 rating
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 5 = dieci

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>