Come misurare la febbre ad un bambino

Ad un bambino, la febbre si misura molto semplicemente con un termometro. Non fidiamoci mai del grado di temperatura che possiamo percepire con le nostre mani, non è mai affidabile.

Nei neonati è consigliabile misurare la temperatura per via rettale. Come fare? Innanzitutto, assicurarsi che il termometro sia pronto: se si utilizza un termometro di vetro a mercurio, ricordarsi di scaricarlo agitandolo a colpi secchi (tenendolo tra il pollice e l’indice) fino a quando il mercurio non sarà rientrato nel bulbo. Se si utilizza un termometro digitale, assicurarsi di averlo acceso.
Vi consigliamo di lubrificare il bulbo (la punta) del termometro con un po’ d’olio o di vaselina. Sdraiare il bambino a pancia in giù o su un fianco, introdurre delicatamente il termometro nel retto per circa 2 cm, tenere chiusi i glutei e tenere fermo il bambino per 2 minuti. Tenere sempre presente che la temperatura rettale è di circa mezzo grado superiore a quella ascellare (cutanea). Una temperatura rettale di 38°C corrisponde quindi ad una temperatura ascellare di 37,5 °C.

Nei bambini sopra l’anno di età, la temperatura può essere misurata per via ascellare, posizionando il termometro sotto l’ascella del bambino, a contatto con la pelle ben asciutta, facendogli tenere il braccio contro il corpo per circa 5 minuti.
Nei bambini più grandi, la temperatura può anche essere misurata per via orale, appoggiando il termometro sotto la lingua per almeno 3 minuti. Il bambino deve rimanere tranquillo, con la bocca chiusa. E’ importante assicurarsi che il bambino non abbia bevuto bevande molto calde o molto fredde nella mezz’ora precedente.

Esistono vari tipi di termometro:
Termometro di vetro: il classico termometro di vetro contenente del mercurio. Molto preciso, è consigliabile usare quello di tipo pediatrico e con un rivestimento plastico prima della colonnina per evitare rotture accidentali che rischiere

Striscia reattiva: questo tipo di termometro (una striscia) si appoggia sulla fronte del bambino e dopo poco pochi secondi segnala la temperatura rilevata su un display. Purtroppo, non è ancora molto affidabile.bbero di ferire il bambino.

Termometro digitale: un termometro molto comodo da usare e preciso se posizionato in modo corretto. La temperatura compare sul display digitale.

Termometro auricolare: si utilizza inserendolo nell’orecchio (canale auricolare) del bambino. La temperatura appare dopo pochissimo secondi ed è di circa mezzo grado più alta della temperatura esterna. Questo termometro richiede un po’ di esperienza ed è piuttosto costoso.

Termometro cutaneo: rileva la temperatura esterna che appare sul display in pochi secondi.  Anche questo termometro è piuttosto costoso e richiede un po’ di esperienza nell’utilizzo.

I termometri più affidabili e più semplici da utilizzare sono senza dubbio il classico termometro di vetro e il termometro digitale.

Vedi anche>>>
La febbre nel neonato di meno di 3 mesi
La febbre nel neonato da 3 a 6 mesi
La febbre nel neonato da 6 a 12 mesi
La febbre nel bambino oltre l’anno

Come misurare la febbre ad un bambino, 9.7 out of 10 based on 3 ratings
GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>