PESCI D’APRILE

pesce-grandeTanti pesci d’Aprile di carta, da stampare e ritagliare. Pesci divertenti da ritagliare, altri da ritagliare e colorare e pesci di carta da costruire, un po’ più elaborati. Tutti pesci da usare per il tradizionale scherzo del pesce d’Aprile vale a dire un bel pesce attaccato dietro la schiena di famigliari e amici… Siete pronti?

Un divertente pesce d'Aprile da stampare, ritagliare e...
Un bel pesce d'Aprile pronto da stampare, da ritagliare e...
Pesci di carta fatti con la tecnica dell'origami. Troverete...
Uno strano pesce da stampare e colorare. Potrebbe un pesce...
Disegno di un grande squalo da stampare e colorare. A dire...
Un grosso pesce con gruppi di scaglie, da stampare e...
Disegno di un grande pesce pagliaccio da stampare e...
Disegno di un grande e simpatico pesce che si diverte a...
Disegno di una grande lisca di pesce da stampare e...
Due grandi pesci dall'espressione buffa, da stampare e...
Disegno di un pesce rosso dalla grande coda da stampare e...
Un bellissimo pesce tropicale, da stampare e colorare. Di...
Questo pesce dalla grossa bocca è proprio buffo! Un...
Disegno di un grande pesce rosso da stampare e...
Un pesce di carta realizzato con la tecnica dell'origami....

PESCE D’APRILE DA STAMPARE

Da dove viene l’usanza di attaccare un pesce di carta sulla schiena dei malcapitati? Le origini del pesce d’aprile non sono certe, anche se sono state proposte diverse teorie. Secondo molti, prima dell’adozione del calendario Gregoriano, nel 1582 , il Capodanno era celebrato tra il 25 marzo e il 1 aprile . A seguito del cambiamento di calendario, non tutti si abituarono alla modifica e vennero quindi additati come gli “sciocchi d’aprile” . Da qui l’origine burlesca dell’1 aprile.
In Europa, i festeggiamenti del primo d’aprile diventano usanza intorno alla fine del 1500: pochi anni dopo l’adozione del nuovo calendario Gregoriano. Nella Francia di Re Carlo IX e nella Germania degli Asburgo, la tradizione prende il via e si diffonde poi in Inghilterra (nel XVIII secolo) e negli altri stati europei . La leggenda vuole che molti francesi, contrari a questo cambiamento o semplicemente sbadati, continuassero a scambiarsi regali tra marzo e aprile , festeggiando il Capodanno come ai vecchi tempi . Dei burloni iniziarono così, per sbeffeggiarli, a consegnar loro regali assurdi o vuoti durante feste inesistenti. Nel regalo vuoto si poteva trovare un biglietto con scritto “poisson d’avril”: pesce d’aprile, in francese .