Allergia al latte vaccino

bambino guarda bicchiere di latteL’allergia al latte vaccino (di mucca) è l’allergia alimentare più frequente nel bambino nonostante interessi non più del 2 – 5% dei bambini.
Si manifesta essenzialmente nei primi due anni di vita e, nella maggior parte dei casi, nel corso del primo anno. E’ importante sottolineare che, nell’80% dei casi, quest’allergia scompare prima del compimento dei tre anni.

A differenza dellintolleranza al lattosio (lo zucchero contenuto nel latte), l’allergia al latte vaccino è un’allergia alle proteine contenute in esso (in particolare al beta-lattoglobulina), proteine completamente assenti nel latte umano e quindi estranee alla nostra fisiologia.

I SINTOMI
L’allergia al latte vaccino si manifesta frequentemente attraverso una reazione cutanea (la dermatite atopica) ma può anche provocare diarrea cronica, vomito, reflusso gastroesofageo, coliche, stitichezza, colite, tosse, asma, raffreddore, orticaria e, nei casi più gravi ma fortunatamente rari, uno shock anafilattico.
Come per tutte le allergie, l’allergia al latte vaccino può manifestarsi anche con l’assunzione di piccole quantità, con reazioni che possono comparire sia subito dopo l’ingestione sia ritardate.

DOVE SI TROVANO LE PROTEINE DEL LATTE VACCINO
Le proteine del latte vaccino sono contenute nel latte di mucca e in tutti i suoi derivati, vale a dire nei latti artificiali usati nell’alimentazione del lattante, nel latte pastorizzato, condensato, a lunga conservazione, sterilizzato… Le proteine del latte sono inoltre contenute in tantissimi alimenti di uso comune e quotidiano come yogurt, burro, formaggi, biscotti, insaccati, cioccolato, dadi, molti tipi di caramelle….

COSA FARE
Se il bambino manifesta un disturbo dopo avere assunto latte vaccino o un alimento suo derivato, è bene consultare immediatamente il medico o un Centro Allergologico. Se il bambino, dopo essere stato sottoposto a esami e valutazione, dovesse risultare sensibile alle proteine del latte vaccino (anche in minima dose), l’alimento sarà immediatamente eliminato dalla sua dieta e sostituito.

Leggete sempre con attenzione le etichette alimentari, che per norma devono fornire informazioni specifiche sugli ingredienti affinché i consumatori abbiano informazioni complete sui prodotti alimentari che si accingono ad acquistare.

Vedi anche>>>
Le allergie alimentare
L’intolleranza al lattosio
Ricette senza lattosio, latte e latticini

GD Star Rating
loading...
Autore :

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 9 = quattordici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>